come-accedere-siti-bloccati

Come accedere ai siti bloccati e oscurati rapidamente

Esistono tanti siti web interessanti che per un motivo o l’altro vengono oscurati e bloccati dall’Italia. In questo articolo vedremo come accedere ai siti bloccati in modo estremamente semplice senza dover settare connessioni particolari, senza parlare di DNS, di indirizzi IP e senza usare termini complicati.  Vedremo soprattutto come è semplice e veloce aggirare il blocco, basteranno infatti un paio di click del mouse.

Perchè i siti vengono oscurati?

Prima di addentrarci nel discorso però occorre una doverosa precisazione. Se i siti sono stati bloccati dalle autorità un motivo valido c’è sempre. In linea di massima i motivi possono essere due:

  • Il sito oscurato è illegale
  • Il sito oscurato è pericoloso

Siti oscurati illegali

Del primo tipo fanno in genere parte i siti di streaming dove è possibile guardare film o serie TV, oppure i siti web che permettono di vedere sport ed in particolare il calcio gratuitamente. Fanno parte di questa categoria anche i siti che offrono gratuitamente e senza permesso il download di software, giochi e musica come ad esempio i siti di torrent. Fra i più famosi che sono stati oscurati possiamo citare ad esempio Thepiratebays, sito che permette di ricercare e scaricare torrent, oppure Rojadirecta, sito che permette di trovare link dove vedere gratuitamente le partite di calcio in diretta streaming. Altri siti che vengono oscurati dall’Italia sono ad esempio i siti di scommesse sportive o di giochi d’azzardo che non hanno i permessi per operare in Italia. Infine troviamo in questa categoria i siti che operano a livello finanziario senza permesso per l’Italia oppure che operano con vere e proprie truffe. Alcuni di questi siti operano nel forex, nel trading oppure nell’ambito degli investimenti.

Siti oscurati pericolosi

In questa categoria invece troviamo i siti pericolosi, ovvero i siti infettati da virus, che sono realizzati per rubare agli internauti dati sensibili, oppure siti di phishing dove è possibile trovare delle riproduzioni fasulle di siti famosi. Questi siti vengono realizzati per rubare ai navigatori dati sensibili.

Siti pericolosi
Siti pericolosi

In linea di massima quindi se un sito viene oscurato dalle autorità è bene starci alla larga, visitandolo non solo mettiamo a rischio la nostra sicurezza, ma commettiamo un vero e proprio reato.

Vediamo quindi al solo scopo didattico come aggirare il blocco.

Il modo più semplice e rapido per aggirare il blocco

Prima di arrivare su questa pagina probabilmente avrete già letto qualcosa sull’argomento. Si trovano in internet decine di tutorial, spesso complicati dove occorre settare il nostro browser, copiare indirizzi IP e districarci fa i DNS. Bene dimenticate tutto perchè vi spiegherò un modo rapidissimo che permette di aggirare il blocco in pochi secondi semplicemente con un click, tutto quello che serve è un browser gratuito, magari anche ben realizzato, aggiornato e leggero.

Opera browser con VPN gratis incorporato

Opera browser è un fantastico browser, del tutto simile a Chrome, ma con un bellissimo VPN gratis incorporato semplicissimo da utilizzare. Probabilmente avrete già sentito parlare di Opera, sappiate che è un ottimo browser, non solo per aggirare il blocco dei siti, ma anche da utilizzare tutti i giorni per navigare. Opera è Open source, veloce e sicuro. Opera inoltre è particolarmente innovativo, le ultime versioni incorporano una nuova barra di navigazione che permette di accedere rapidamente anche al Messenger di Facebook e a Whatsapp. Ma la cosa straordinaria di Opera browser è la modalità di navigazione in anonimato, molto diversa dagli altri browser. Navigando con Opera in anonimato non lascerete tracce sul PC, non vedrete la pubblicità e attivando con un click il VPN gratuito sarete anonimi sul web e potrete aggirare i blocchi sui siti dall’Italia.

Prima cosa da fare per accedere ai siti bloccati è quindi scaricare ed installare Opera Browser. Disponibile per PC con Windows, Mac e Linux.

Come accedere ai siti bloccati

Accedere ai siti oscurati con Opera Browser
Accedere ai siti oscurati con Opera Browser

Vediamo quindi come accedere ai siti bloccati in modo estremamente rapido e in pochissimi passi.

  1. Apri Opera Browser.
  2. Clicca sulla “O” rossa nell’angolo in alto a sinistra e seleziona ->  Nuova finestra riservata.
  3. Nella barra in alto a sinistra troverai accanto alla lente di ingrandimento un rettangolino con dentro scritto VPN, cliccaci sopra.
  4. Nella finestra che si apre sposta il cursore da off a on.
  5. Finito, ora puoi vedere tutti i siti senza alcun blocco.
VPN Opera Browser
VPN Opera Browser

Cosa abbiamo fatto? Nulla di particolare, Opera in questo modo si collega ad un particolare server detto Proxy. In pratica quando navighiamo ci viene dato un indirizzo IP, se siamo in Italia l’indirizzo IP che ci viene assegnato avrà dei numeri che corrispondono all’Italia. Tutti gli indirizzi IP italiani vengono bloccati quando vogliono accedere a determinati siti. Quando attiviamo il VPN di Opera ci viene dato un nuovo indirizzo IP, non italiano questo permetto di navigare in anonimato e accedere ai siti oscurati dall’Italia. Una volta attivato il VPN possiamo selezionare anche una posizione, ad esempio possiamo impostare di avere un IP casuale asiatico o americano. Consiglio di lasciare però come predefinito “posizione ottimale” in questo modo la navigazione non sarà rallentata.

Accedere ai siti bloccati da Android

Non abbiamo parlato di tablet e smartphone. Non vi preoccupate perchè è possibile accedere ai siti oscurati anche con Android. Opera infatti ha una versione anche per Android e in questa c’è la medesima funzione vista pocanzi.

Conclusioni

Abbiamo visto che è possibile aggirare il blocco dei siti oscurati in modo estremamente semplice, ma abbiamo anche visto che è meglio non farlo in quanto i siti che vengono oscurati sono comunque illegali e spesso molto pericolosi. L’articolo comunque oltre ad essere didattico vi offre altri spunti di approfondimento sui VPN, i server Proxy e la navigazione anonima. Buono studio!

Rispondi