La tecnologia cloud negli ultimi anni è in crescita e, alcuni studi mostrano come nei prossimi tre anni più del 76% delle aziende sceglierà come soluzione quella del cloud.

La nuova tecnologia apporta notevoli benefeci, primi fra tutti la riduzione dei costi IT e l’ottimizzazione delle operazioni. Come sempre, anche in questo settore, le aziende americane sono tuttora più avanti rispetto alle controparti europee nell’adozione del cloud grazie ad una maggiore esposizione alla tecnologia e a migliori condizioni economiche.

home1

A scegliere di adottare le nuove tecnologie cloud in media sono più le grandi imprese che, a differenza delle piccole e medie imprese, hanno necessità di ottimizzare l’infrastruttura di comunicazione esistente. Qui in Italia si parla ancora del dilemma sulla fiducia nei confronti di questa tecnologia, ma in America secondo alcune analisi realizzate da Frost &Sullivan, il 57% degli utenti che utilizza i servizi cloudsi identificano come dipendenti da questa tecnologia.

Proseguendo con le statistiche, attualmente, in Europa il 50% delle aziende usufruisce di servizi cloud ed è stato stimato che entro i prossimi 3 anni questo dato aumenterà arrivando a superare il 76%. Tra i servizi che la tecnologia del cloudcomputing offre, che hanno riscosso un certo successo, c’è quello del backup online..

I vantaggi del servizio del backup online rispetto al backup su dispositivi informaci, sono davvero tanti tra questi: sicurezza, affidabilità, scalabilità, disponibilità dei dati e riduzione dei costi. E’ possibile eseguire un backup remoto sia da un computer privato che da un server dedicato o condiviso.

Seeweb, nota azienda italiana, leader nel campo della tecnologia cloud, offre il prodotto Cloud Backup che con un costo fisso mensile, attraverso l’installazione di un software sul proprio pc, consente di eseguire backup on line gestendo autonomamente da pannello tutte le attività.

In estate ancora di più che nelle altre stagioni dell’anno è bello divertirsi con il karaoke, vediamo quindi insieme dove trovare basi midi gratis per karaoke da scaricare ed utilizzare gratuitamente.

Cominciamo col dire che per divertirsi a cantare con il karaoke esistono in genere tre alternative. La prima è quella di utilizzare video con la base sotto, ad esempio come quelli che si possono trovare su Youtube. Il video serve esclusivamente per leggere i testi. Un’altra alternativa è quella di scaricare basi in formato mp3, dotate di testo. Per leggere il testo sopra la musica è necessario utilizzare VLC con un plugin aggiuntivo o un programmino come karaoke 5.

Infine abbiamo le basi midi, queste hanno rispetto alle precedenti alternative alcuni vantaggi, ma anche degli svantaggi.

Basi midi gratis per karaoke

Cominciamo con le noti dolenti. Le Basi midi gratis per karaoke, ma anche quelle commerciali hanno dei suoni pessimi, questo perché il suono dei singoli strumenti dipende da dove vengono lette le basi. I PC in genere hanno suoni standard di basso livello e per migliorare la qualità occorre aggiungere un software, oppure un apparecchio esterno, un expander midi, che aumenterà la qualità dei suoni.

Di positivo invece le basi midi hanno altro, ad esempio si trovano in quantità industriali gratis senza dover pagare nulla, sono anche queste munite di testo, sono leggerissime, occupano pochi KB e tramite alcuni software è possibile modificare i singoli strumenti. Ad esempio eliminare una chitarra, la linea melodica, un pianoforte, oppure aggiungere altri strumenti. Insomma con le basi midi è possibile fare di tutto.

Dove scaricare migliaia di basi midi gratis per karaoke

Fatta questa doverosa introduzione vediamo dove scaricare basi midi gratis per karaoke, di siti ce ne sono molti, ma spesso ne offrono poche gratis e il resto sono a pagamento. La raccolta più completa che ho trovato di basi midi gratis per karaoke è senza dubbio su http://www.vanbasco.com/it/midisearch.html

Una volta sul sito in questione basterà scrivere nella casella di ricerca il nome di un autore o il titolo di una canzone e in automatico compariranno i risultati. La basi midi dotate di testo avranno accanto la scritta “text”, di ogni canzone è possibile trovarne più di una in modo da poter scegliere quella che più ci aggrada.

Il database comprende sia canzoni italiane che internazionali e conta migliaia di brani, tutto quello che cercate sicuramente lo troverete.

Utilizzando orami spesso i PDF può essere necessario comprimere file PDF, soprattutto se questi devono essere inviati per posta elettronica o copiati su supporti rimovibili. Pur essendo il PDF un formato molto diffuso, se contiene molte pagine e soprattutto molte immagini ad alta risoluzione può diventare estremamente pesante e addirittura può risultare impossibile inviarlo per posta. Inoltre un PDF di grosse dimensioni si apre anche in un tempo maggiore.

Proprio in questi giorni avevo la necessità di comprimere file PDF ed ho trovato su internet una risorsa utile e semplice da utilizzare.

Comprimere file PDF

Comprimere file PDF con SmallPDF

smallpdf.com consente di comprimere rapidamente PDF, una volta sul sito basterà cliccare sul pulsante rosso con scritto “Scegli file”, oppure trascinare nel riquadro tratteggiato il nostro PDF. Fatto questo non resterà che attendere il caricamento controllando la percentuale sulla barra rossa che comparirà in basso, dopodiché una volta completata la compressione dovremo effettuare nuovamente il download del file sul nostro PC che nel nome conterrà adesso la parola “compresso” per non sovrascrivere il tuo vecchio file.

Se il PDF è già molto compresso, comparirà una scritta che ci avvisa di non poter effettuare ulteriori compressioni. Ho effettuato diversi test la percentuale di compressione dipende dal file di origine, ma può arrivare anche all’80% senza mai degradarne il risultato che apparirà comunque leggibile. Insomma uno strumento utile da tenere a portata di mano, semplice da utilizzare e soprattutto veloce. Cosa importante è che la conversione avviene attraverso server online quindi l’operazione non utilizzerà risorse del nostro PC. Sul medesimo sito infine è possibile accedere ad altri strumenti online utili come ad esempio un convertitore da PDF in JPG, uno strumento in grado di unire molti PDF in un unico file e un comodissimo strumento che converte file Word in PDF.

E’ possibile navigare anonimi con Android grazie ad una semplice applicazione. Sappiamo che con il PC fare questo è abbastanza semplice, esistono infatti software appositi, applicazioni per browser, oppure per i più smanettoni è possibile modificare le impostazioni del proprio browser inserendo un server proxy. Navigare anonimi con Android è decisamente più semplice esistono infatti applicazioni che funzionano in automatico, una di queste è ad esempio Orbot: Proxy with Tor.

Navigare anonimi con Android grazie ad Orbot

Orbot usa Tor, o meglio si appoggia a Tor per per rendere anonima la vostra navigazione, permette infatti di fare da intermediario fra voi e il sito finale facendovi attraversare una serie di server e filtri in modo da rendervi irrintracciabili. Grazie a questo sistema sarà inoltre possibile accedere a siti oscurati.

Navigare anonimi con Android

 

Ovviamente personalmente non posso garantire l’efficacia al 100% anche perché sia Orbot e Tor non li ho fatti io. Da quel che però si può leggere su internet pare che siano sistemi affidabili. L’applicazione è possibile scaricarla direttamente da Google Play e come si può constatare sono oltre 15000 gli utenti che hanno dato all’applicazione il massimo dei voti. Cosa importante è che tramite questa applicazione non solo è possibile navigare in anonimato, ma anche selezionare le applicazioni che abbiamo sul nostro dispositivo Android che si dovranno connettere in anonimato.

 

Anche su Mac è possibile installare un emulatore di videogames anni ’80. Qualcuno di voi sarà sorpreso perché in effetti difficilmente parlo di programmi ed applicazioni per Mac, in molti spesso si sono lamentati, quindi oggi voglia accontentare i fans della Apple con qualcosa di veramente gustoso.

Come ben sapete per Windows esistono tanti ottimi emulatori, piccoli programmi che ci permettono di poter rigiocare con i vecchi videogames degli anni ’80 e rivivendo le avventure che da piccoli ci hanno intrattenuto tramite il Game Boy e le consolle Nintendo. Uno dei più famosi per Windows è Mame che permette addirittura di rigiocare ai vecchi giochi da Bar. Ma come fare con il Mac? La soluzione è altrettanto semplice e si chiama OpenEmu, un piccolo, ma potente software realizzato per Mac Os, semplicissimo da installare ed utilizzare e completamente gratuito essendo un progetto Open Source. Se siete quindi dei nostalgici potrete rivivere le avventure che giocavate su Game Boy Advance, Game Boy, Sega Genesis,  Nintendo Entertainment System, Super Nintendo e tantissimi altri.

Emulatore per Mac di videogames anni ’80

Una volta installato e lanciato sulla sinistra avrete le varie consolle, non dovrete far altro che cliccare su una ad esempio Nintendo e sulla parte destra vi comparirà la lista dei giochi disponibili con le anteprime. Tanti i giochi famosi come Super Mario, Tetris e Sonic, ma sono disponibili anche giochi di sport e moltissimo altro. Il software supporta anche i diversi controller quindi non sarà difficile giocare e riprendere la mano.

Probabilmente l’unica pecca che ha è che ancora non supporta i giochi della PS1, ma forse verrà aggiunto in seguito. Per chi se lo stesse chiedendo Openemu è disponibile esclusivamente per Mac, quindi chi ha Windows deve necessariamente cercare delle alternative, ma di questo ne parleremo la prossima volta.

http://openemu.org/

Annunci sponsorizzati


Diventa fan su Facebook


Seguici via feed
Categorie
NewsLetter

Ricevi tutti i post comodamente via e-mail, inserisci il tuo indirizzo qui sotto:

Licenza
Licenza Creative Commons
Questa opera è rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione 2.5.